Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.
Home / Casa / MyEnel: cos’è e come funziona

MyEnel: cos’è e come funziona

I clienti Enel Energia o Enel Servizio Elettrico, quindi sia mercato libero che mercato di maggior tutela, hanno il diritto di accedere al portale myenel.com per i servizi luce e gas. Vediamo insieme cos’è questo portale e come funziona.

MyEnel
Con MyEnel il cliente ha la possibilità di gestire comodamente da casa la propria situazione contrattuale e di monitorare quotidianamente gli aspetti della fornitura di energia elettrica o gas che lo interessano più da vicino. Non è quindi un servizio molto diverso da quello offrono tanti altri operatori, ad esempio di telefonia. Tuttavia, ogni operatore mette a disposizione diverse funzionalità all’utente: per questo, vediamo di capire come registrarsi e quali sono i servizi accessibili.

La registrazione è molto semplice, è sufficiente fare click qui e compilare il form i tutti i suoi campi (si possono saltare solo quelli senza asterisco). Dopo aver inserito un indirizzo di posta elettronica valido, occorre scegliere una password (formata da almeno otto caratteri, di cui uno alfanumerico). In un secondo tempo si potrà effettuare il login sulla base delle informazioni che si ricevono via e-mail. Una volta registrato, si può accedere alla propria area personale:

Vediamo ora come funziona My Enel. Coloro che fanno parte del mercato di maggior tutela e sono clienti Enel Servizio Elettrico, possono accedere per effettuare l’autolettura, per leggere le condizioni generali di contratto e per modificare i dati relativi alla propria anagrafica.

L’area riservata per i clienti Enel Energia che rientrano nel mercato libero, è un po’ più articolata: esistono infatti due schede riservate, rispettivamente, al gas o alla luce. È possibile consultare l’archivio delle bollette e modificare i dati anagrafici. Inoltre, poi, si può effettuare l’autolettura, chiedere la rateazione delle bollette, personalizzare la fornitura, iscriversi ad Enel Premia ed acquistare Enel Mia.

Nello specifico, nell’area personale esistono diverse sezioni. Scopriamole insieme.

Area Profilo My Enel– in questa sezione di My Enel si possono:

  • visualizzare e modificare i dati relativi alla propria anagrafica (incluso l’indirizzo e-mail di registrazione e la password di accesso);
  • consultare le clausole generali del contratto e l’informativa sulla privacy.

Area Mercato Libero (Enel Energia) – si trovano una o due schede, a seconda delle utenze attive; per l’elettricità, accanto al numero di contratto, si vede una lampadina di color arancio, mentre per il gas compare una fiammella azzurra. Per ciascun contratto il pannello di controllo è costituito da un grosso rettangolo, suddiviso in quadrati. Facendo click su ogni quadrato, si può accedere a diverse funzionalità:

  • modifica dei dati anagrafici;
  • archivio delle bollette (suddivise anche per categoria: scadute, in scadenza);
  • richiesta di rateizzazione delle bollette;
  • compilazione dell’autolettura;
  • visualizzazione dei dati relativi alla fornitura, alle modalità di pagamento, alla potenza contrattuale, alla tensione, elle condizioni del servizio Infoenergia;
  • attivazione e modifica dell’indirizzo di BollettaWeb e BollettaChiara (menù La tua fornitura);
  • simulazione energetica (menù Enel Green Solution);
  • personalizzazione della fornitura;
  • iscrizione a Enel Premia;
  • acquisto Enel Mia.

Area Mercato Libero a Maggior Tutela (nel Servizio Elettrico) – fornisce l’accesso a:

  • formato elettronico delle bollette;
  • invio dei dati consumo (autolettura);
  • Infowatt (invio informazioni sulla fornitura direttamente sul cellulare/e-mail);
  • profilo utente e modifica dei propri dati, condizioni contrattuali, disdetta.

I Servizi per Te questa sezione consente di visualizzare i servizi attivi e quelli non attivi, e di iscriversi alla newsletter.

È molto utile attivare MyEnel in quanto consente di tenere sotto controllo le spese mensili e di evitare decine di minuti in attesa al call center per parlare con un operatore. Inoltre, si evita l’invio della bolletta cartacea.

Autore: Marco Bruzzone

26 anni, diplomato all'istituto tecnico industriale (indirizzo informatico) di Genova, si appassiona fin da subito al mondo della tecnologia e di internet. A Novembre 2015 fonda il sito StreetPost.it dove attualmente collabora come web master e copywriter.

Leggi Anche

Canone Rai: autocertificazione entro il 16 maggio

Nonostante il parere del Consiglio di Stato che, solo pochi giorni fa, ha riscontrato diverse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *