Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.
Home / Finanza / Technogym: debutto in Borsa il 3 maggio

Technogym: debutto in Borsa il 3 maggio

È giunto nella giornata di ieri il via libera della Consob alla pubblicazione del prospetto per la quotazione a Piazza Affari di Technogym. La società di Cesena aveva iniziato il roadshow lo scorso 18 aprile.

Tecnogym

L’azienda specializzata nella realizzazione e nella vendita di apparecchiature per il fitness e per il wellness ha già coperto il complessivo book dell’offerta, che si chiuderà il prossimo 28 aprile. Si prevede inizialmente un collocamento, riservato agli investitori istituzionali italiani ed esteri e agli investitori istituzionali qualificati negli USA, di 50 milioni di azioni, pari al 25% dell’intero capitale (si arriva al 28,75% nell’ipotesi di esercizio integrale della greenshoe con una vendita di 57,5 milioni di azioni). Al momento non è prevista alcuna offerta al pubblico, né in Italia né all’estero. Il prezzo delle azioni si aggira intorno ai 3-3,75 euro, per una valorizzazione complessiva di Technogym fra i 600 e i 750 milioni di euro.

L’entrata in Borsa non contempla alcun aumento di capitale, bensì la vendita di titoli azionari da parte di fondi. A vendere le azioni è l’azionista Salhouse Holding (per conto di Arle Capital Partners, il fondo che congiuntamente a Candover controlla, al momento, il 40% di Technogym). La sua partecipazione si ridurrà quindi al 15% nel caso della sola vendita delle azioni nel collocamento, all’11,25% nel caso di esercizio integrale dell’opzione greenshoe.

La società fondata nel 1983 da Nerio Alessandri vive un momento di grande successo finanziario. Il bilancio 2015 di Technogym ha registrato un fatturato di circa 512 milioni di euro (511,8 per la precisione), pari ad un +10% rispetto all’anno precedente. Un’importante crescita anche per quanto riguarda l’ebitda (margine operativo lordo) che ha chiuso il 2015 con un +40% rispetto al 2014 (pari a 86,7 milioni di euro). E non è finita qui: nel futuro il management punta ad importanti acquisizioni negli Stati Uniti.

Autore: Marco Bruzzone

26 anni, diplomato all'istituto tecnico industriale (indirizzo informatico) di Genova, si appassiona fin da subito al mondo della tecnologia e di internet. A Novembre 2015 fonda il sito StreetPost.it dove attualmente collabora come web master e copywriter.

Leggi Anche

Draghi lascia i tassi al minimo e risponde alla Germania

Mario Draghi, Presidente della Banca Centrale Europea, al termine del board di ieri ha parlato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *