Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.
Home / Casa / Rifiuti elettronici: raccolta in aumento

Rifiuti elettronici: raccolta in aumento

La raccolta dei Raee, rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, è in crescita ma non raggiunge ancora i livelli richiesti dall’Europa. Questo è quanto emerge dall’ultimo report del Centro di coordinamento Raee. Vediamo i dati.

rifiuti_elettronici_raee

Innanzitutto cerchiamo di capire cosa sono i Raee. Parliamo di computer, tablet, frigoriferi, TV, lavatrici, phon, smartphone, frullatori, giochi elettronici, tostapane, lampadine, etc. arrivati al termine della loro vita. Il report prende in esame i numeri relativi al ritiro e al trattamento di questo particolare tipo di rifiuti sul territorio italiano.

Ebbene nel 2015 la raccolta è arrivata a 249mila tonnellate, contro le 231mila del 2014. Entro la fine di quest’anno l’obiettivo continentale è quello di effettuare la raccolta e il successivo riciclo di una percentuale di Raee pari al 45% dei beni messi sul mercato. Alla fine dell’anno 2014 il nostro Paese era al 34,98%, la Germania al 40%.

Come in tanti altri rapporti, la situazione italiana appare molto variegata. Nel Nord-Italia la raccolta pro capite è mediamente più alta che al Sud; la provincia prima in classifica è però Olbia con 10,23 kg per abitante. La Lombardia è la regione con il maggior numero di centri di raccolta: le prime tre province in Italia sono infatti Bergamo, Brescia e Milano (175, 160 e 157 strutture). La non distante geograficamente Lecco è invece lontanissima come numero di centri, che si fermano a 3, il dato peggiore su tutto il territorio nazionale.

Il maggior numero di rifiuti è rappresentato da frigoriferi e climatizzatori (70 mila tonnellate), seguono i grandi bianchi (68 mila), TV e monitor (65 mila), piccoli elettrodomestici (43 mila).

In chiave europea, diciamo che nel Belpaese si raccolgono meno rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche che in Germania, Regno Unito e Francia. Secondo gli ultimi dati Eurostat, nell’UE, lo Stato con il maggior numero di Raee riciclati risulta essere la Norvegia con 16,68 kg pro capite.

Autore: Marco Bruzzone

26 anni, diplomato all'istituto tecnico industriale (indirizzo informatico) di Genova, si appassiona fin da subito al mondo della tecnologia e di internet. A Novembre 2015 fonda il sito StreetPost.it dove attualmente collabora come web master e copywriter.

Leggi Anche

Canone Rai: autocertificazione entro il 16 maggio

Nonostante il parere del Consiglio di Stato che, solo pochi giorni fa, ha riscontrato diverse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *