Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.
Home / Casa / Bonus mobili per coppie sotto i 35 anni

Bonus mobili per coppie sotto i 35 anni

La Legge di Stabilità ha prorogato la possibilità di accedere al bonus fiscale per l’acquisto di mobili. L’Agenzia delle Entrate ha emesso quindi una circolare per specificare chi ha diritto a questa agevolazione. Vediamo insieme i requisiti e le modalità.

Bonus

Possono usufruire del bonus le coppie sposate, o conviventi, da almeno tre anni; ulteriore requisito è che uno dei due componenti deve avere meno di 35 anni o deve comunque compierli entro la fine del 2016. I due giovani devono inoltre risultare proprietari di un’abitazione, acquistata nell’anno corrente o nel 2015.

La facilitazione concerne il 50% delle spese sopportate dal primo gennaio al 31 dicembre del 2016 al fine di arredare la prima casa della coppia. Rientrano nell’agevolazione i mobili (armadi, letti, librerie, tavoli, divani, sedie, scrivanie, cassettiere, poltrone, materassi, comodini, apparecchi di illuminazione, etc.) ma non i grandi elettrodomestici e nemmeno le porte, i pavimenti, le tende e gli altri complementi d’arredo.

Il bonus viene determinato su un massimo di 16 mila euro spesi dai due giovani e, per venire riconosciuto, le spese devono essere sostenute tramite bonifico bancario o con carta di credito (o di debito, ovvero il PagoBancomat). Quindi niente pagamento in contanti.

L’agevolazione verrà suddivisa tra i due soggetti in dieci quote annuali di identico importo. Per comprendere praticamente facciamo un esempio: se sborsa 12 mila euro per l’acquisto di mobili, la coppia ha diritto a 6mila euro di detrazioni (ovvero la metà della cifra spesa), che ripartiti tra ciascuno dei componenti diventano 3mila euro; questa cifra viene a sua volta suddivisa in dieci anni, ovvero 300 euro annui di detrazioni fiscali.

Abbiamo accennato sopra che il bonus non è valido per i grandi elettrodomestici. Ebbene per questo tipo di acquisto esiste un’altra agevolazione. È stato infatti mantenuto vigente il bonus per l’acquisto di grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+, di forni di classe A e delle apparecchiature dotate di etichetta energetica. Per avere diritto alla facilitazione l’acquisto deve essere effettuato nell’ambito di una ristrutturazione.

Autore: Marco Bruzzone

26 anni, diplomato all'istituto tecnico industriale (indirizzo informatico) di Genova, si appassiona fin da subito al mondo della tecnologia e di internet. A Novembre 2015 fonda il sito StreetPost.it dove attualmente collabora come web master e copywriter.

Leggi Anche

Canone Rai: autocertificazione entro il 16 maggio

Nonostante il parere del Consiglio di Stato che, solo pochi giorni fa, ha riscontrato diverse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *